Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione. Ulteriori informazioni sulla   Privacy Policy  di questo sito.

Rate this item
(0 votes)

I confessionali cuore del Santuario

Una nuova penitenzieria per il Santuario

Carissimi,

papa Francesco, andando in visita a Pompei, ha affermato con forza: "I confessionali sono il cuore di un Santuario". Fin dal suo sorgere, i Padri domenicani hanno voluto privilegiare, assieme alla ministero della predicazione,  il sacramento della confessione, cercando i luoghi più adatti e le soluzioni concrete più efficaci, giungendo all'attuale assetto del cosidetto "corridoio dei confessionali" o penitenzieria.

La soluzione, però, non è ancora soddisfacente. I confessionali risulatano essere inadeguati nella loro insonoarazione, troppo stretti per il penitente e il confessore. Non vi è accesso per le persone portatori di handicap, né spazio adatto per le loro particolari esisgenze. L'ambiente risulta essere stretto e poco accogliente. E altro ancora.

Per questo motivo, accogliendo il grande evento dell'Anno giubilare straordinario della Misericordia, indetto da papa Francesco, come Comunità dei Padri Domenicani, abbiamo intenzione di porre mano ad una Nuova Penitenzieria di 8 confessionali, due dei quali adatti per accogliere anche carrozzine e persone con difficoltà motorie. Il progetto è già su carta ed è fattibile. Abbiamo però bisogno di aiuto. Il costo totale è stimato intorno ai 120.000 euro, pari a 15.000 euro per ogni confessionale. Apriamo fiduciosi la mano e con grande dignità non ci vergognamo a chiedere anche il vostro contributo in onore della Madonna e per il bene del Santuario e di tante anime. I benefattori saranno ricordati appositamente in una grande targa ad perpetuam rei memoriam

Chi volesse far parte di tale avventura, può liberamente far riferimento a me (P. Davide, priore).

Grazie, il Signore vi benedica.

Read 5620 times

Media

Leave a reply